Events

Galleria Cavour Bologna

antSi accende la nuova Galleria Cavour

Inaugurato il restyling a cura del light designer Mario Nanni. Grande festa con il ministro Galletti e il pianoforte di Giovanni Caccamo.

Filippo Sassoli De Bianchi taglia il nastro: “Qui giocavamo a pallone, oggi competiamo con via Montenapoleone”

Centinaia di luci hanno illuminato la nuova Galleria Cavour, nella serata di inaugurazione che si è conclusa con un concerto al pianoforte e la voce di Giovanni Caccamo, pupillo di Franco Battiato, voce emergente nel panorama musicale italiano e vincitore delle nuove proposte di Sanremo 2015.
Ha dato avvio al “Light Show”, svelando per la prima volta il nuovo volto della Galleria (firmato da ViaBizzuno di Mario Nanni), Filippo Sassoli De Bianchi, capostipite della famiglia proprietaria degli spazi del salotto dello shopping di lusso cittadino. Accanto a lui anche il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, oltre a tanti ospiti, tra musica, champagne e la regia di Sabrina Orlandi, che ha condotto la serata.
Filippo Sassoli De Bianchi, che ha preso la parola a nome di tutta la famiglia (citando il nome di ciascuno) ha ripercorso la storia della Galleria, nata sull’antico cortile di Palazzo Sassoli e “dove - ha detto - insieme ai cugini giocavamo a pallone”.
Poi la Guerra e il bombardamento del ‘44 che distrusse parte dell’Archiginnasio e del Palazzo di famiglia. Ma la voglia di ripartire, con la ricostruzione, spinse i proprietari delle aree - la famiglia Sassoli e quella Pizzighini - a studiare un progetto per collegare, proprio con una Galleria, via Farini con il Mercato Di Mezzo, creando una nuova viabilità, idea che piacque molto al sindaco di allora, Giuseppe Dozza che approvò il progetto, affidato al celebre architetto milanese Guglielmo Ulrich.
Nel corso di più cinquant’anni, Galleria Cavour è diventata - grazie anche ai duecento operatori che ne fanno una “fantastica famiglia” - un punto di riferimento commerciale, capace oggi di accogliere tutti i brand del lusso mondiale, all’insegna della bellezza e del glamour (Gucci, Louis Vuitton, Miu Miu, Prada, Bottega Veneta, Michael Kors, Fendi, Church’s, Tiffany & Co, Filicori Zecchini, Giulio Veronesi Gallery, Zadig & Voltaire, Bologna FC, iQOS).
Da oggi Galleria Cavour Bologna diviene “Luxury Art Center”, luogo d’avanguardia, fra i pochi al mondo, capace di rappresentare il più alto concetto di Stile e di tutto ciò che è Glam: affascinante, seducente, bello.
A questo proposito Filippo Sassoli De Bianchi ha voluto rivolgere un particolare ringraziamento alla moglie Alessia ed al cugino Federico, “I cui suggerimenti - ha ricordato - hanno contribuito alla crescita ed all’eleganza della Galleria”.
“Con questo lifting - ha concluso Filippo Sassoli De Bianchi - da oggi Galleria Cavour è più elegante, più attrattiva e funzionale collocandosi tra le Main street più prestigiose, come via Montenapoleone a Milano, via Condotti a Roma e via Tornabuoni a Firenze”.
La famiglia Sassoli De Bianchi, infine, ha sottolineato come lavori e progettazione siano stati affidati ad eccellenze bolognesi, a cominciare dal progetto di scenografia delle luci curato da Viabizzuno di Mario Nanni fino a tutti gli altri professionisti coinvolti (per la progettazione, l’architetto Ivo Bolognese, l’arredatore Fabrizio Cocchi, gli ingegneri Parenti e Delvecchio, coordinati dall’architetto Alessandra Zibordi. Pavimenti di Veronesi, Sacchetti e Fontana, Cf Impianti, Simoni, Edil’90, La Decorazione Bolognese, MSistemi e Positiva).

Visualizza la gallery

Visualizza il video dell'evento