La riscoperta di un capolavoro

“Moda e arte” è il credo della mia Galleria e sono felice di sottolinearlo ospitando l’omaggio del polittico Griffoni.

Il tema del viaggio è ritornato come refrain nei claim che accompagnavano le immagini dei singoli santi, che si sono presentati a figura intera ai frequentatori della Galleria Cavour, preannunciando il loro “ritorno a casa”: un concetto che intende esplicitamente richiamare la straordinaria storia della pala d’altare, smembrata nel corso del ‘700 per abbellire le dimore di campagna delle famiglie aristocratiche.
I singoli pannelli entrarono poi nel corso dell’Ottocento nel giro del mercato dell’arte: le 16 tavole superstiti, oggi possedute da 9 musei internazionali – dal Louvre di Parigi alla National Gallery di Londra e Washington, dalla Pinacoteca di Brera ai Musei Vaticani – sono tornate eccezionalmente insieme a Palazzo Fava grazie ai prestiti concessi dai Musei, in un’operazione di Fabio Roversi-Monaco, Presidente di Genus Bononiae.