GC Magazine - Galleria Cavour

Le meraviglie sotterranee di Bologna

13 Ottobre - 2021

Situata nel cuore di Bologna, tra via Farini e l’omonima piazza, Galleria Cavour riveste un ruolo nevralgico non solo in qualità di meta per lo shopping di lusso grazie ai suoi esclusivi negozi, ma resta anche un punto di riferimento essenziale grazie alla vicinanza strategica alle principali attrazioni della città.

Non è un caso, infatti, che a pochi passi dall’omonimo ingresso che affaccia su Piazza Cavour, si possano raggiungere e ammirare alcuni dei gioielli monumentali e architettonici che ogni anno richiamano migliaia di turisti italiani e stranieri incuriositi dalla crescente fama di Bologna e dalla sua storia secolare.

Un esempio potrebbe essere proprio la via d’accesso alla Bologna sotterranea: una delle due porte d’ingresso nel sottosuolo felsineo, infatti, si trova esattamente nella vicinissima piazza Minghetti, che oltre ai suoi caffè e ristoranti alla moda, vanta anche quest’entrata verso un mondo sommerso, misterioso e sorprendente.

Chi potrebbe mai immaginare, oggi, che un tempo Bologna, proprio come Venezia, fosse attraversata da canali e vie fluviali? Quel che resta di questo glorioso passato può essere scoperto addentrandosi nel percorso guidato che, dal torrente Aposa fino a Piazza San Martino, riporta in luce meraviglie architettoniche insospettabili e preziosissimi scavi archeologici di origine etrusca e non solo.

Si tratta di un’alternativa turistica affascinante e insolita, nel cuore della città, che offre una prospettiva nuova su Bologna, invitando i visitatori ad abbassare lo sguardo, sempre rivolto all’insù verso torri, portici e palazzi, per scoprire un passato glorioso sommerso, a tratti insospettabile ma ancora presente e tangibile.