GC Magazine - Galleria Cavour

Prada porta in passerella l’eleganza della sottrazione

5 Ottobre - 2021

Tra i negozi presenti in Galleria Cavour Prada è sicuramente uno dei marchi che meglio racconta la sartorialità italiana nel mondo. Per questo le collezioni di Miuccia Prada e Raf Simons sono guardate con grande interesse dagli esperti di settore e non solo.

Nella sfilata milanese per la presentazione della stagione primavera/estate 22 si nota immediatamente che ad essere protagonista è la sottrazione. La femminilità, quindi, non gioca più nel campo della seduzione ma in quello della consapevolezza e dell’intelletto, forte delle grandi tematiche che l’attualità impone anche a un settore come la moda.

Ecco allora che in passerella si materializzano abiti meno succinti, silhouette lineari, strascichi e forme concettuali. I tubini appaiono quasi castigati per poi aprirsi sul retro, i maglioni hanno tonalità sgargianti e vestibilità oversize, persino le gonne diventano essenziali e prive di fronzoli. L’altra grande novità è caratterizzata dalla sottrazione delle distanze fisiche e spaziali.

L’evento è stato, infatti, un gemellaggio tra Oriente e Occidente grazie all’innovativa idea di portare contemporaneamente in scena la sfilata sia a Milano, nella sede di Fondazione Prada, sia a Shanghai in Cina. Due mondi lontani che in nome della bellezza abbattono barriere chilometriche e culturali. Due passerelle che portano in scena la medesima idea di eleganza.

La collezione ss22 di Prada sarà ovviamente presto presente anche nel negozio di Galleria Cavour, riferimento per lo shopping in centro a Bologna, che da sempre ospita le apprezzatissime creazioni di Miuccia Prada capace, come pochi, di interpretare e raccontare l’evoluzione della bellezza nel corso dei tempi.